Come funziona la preparazione delle piste sul Ghiacciaio dello Stubai?

10/12/2022

MA IN COSA CONSISTE LA PREPARAZIONE DELLE PISTE E PERCHE' SI PREPARANO LE PISTE?

Per preparazione delle piste si intende la compattazione meccanica della neve in una pista. La neve viene compattata con l'ausilio di un gatto delle nevi, creando in tal modo le condizioni ottimali per il divertimento sugli sci sul ghiacciaio dello Stubai. Perché un manto nevoso compatto e appena preparato non solo rende più facile sciare, fare sci di fondo o fare escursioni invernali, ma è anche più resistente agli sbalzi di temperatura e può resistere più a lungo alle influenze esterne.

Quando vengono preparate le piste?

La preparazione delle piste sul ghiacciaio dello Stubai avviene di sera e di notte. In media, i nostri gatti delle nevi sono sulle piste per circa sette ore al giorno. Se il clima è secco, la partenza avverrà subito dopo la chiusura degli impianti, per garantire che le piste siano perfettamente indurite per il giorno successivo. La pista ha bisogno di almeno otto ore per indurirsi e mantenere le condizioni perfette il più a lungo possibile il giorno successivo. Quando nevica, la preparazione avviene nella seconda metà della notte, affinchè al mattino la neve fresca sia perfettamente compatta.

E come si prepara una pista?

Il gatto delle nevi del ghiacciaio dello Stubai spinge la neve fresca, la mescola alla neve vecchia sottostante e crea così uno strato portante. In assenza di neve fresca, i conducenti compensano i danni alle piste causati dal vento, dalle intemperie e dagli sciatori spianando la neve o fresando gli strati di ghiaccio. Sui tratti più ripidi, per facilitare la preparazione delle piste viene utilizzato un argano. Le macchine dotate di argano sono le nostre macchine semoventi più potenti. L'obiettivo è una perfetta distribuzione della neve sulla pista.

Una pista ottimamente preparata ha poi le famose "striature".

Präparierte Pisten am Stubaier Gletscher

Ma perché la pista preparata ha effettivamente delle striature?

Le striature aumentano le dimensioni della superficie e consentono all'aria notturna di raffreddare e compattare meglio la neve. Inoltre, le striature garantiscono un'esperienza di sci più morbida e quindi più piacevole rispetto a una pista completamente liscia.

Come funziona un gatto delle nevi? I conducenti non vedono nulla al buio!

I gatti delle nevi di oggi non hanno molto in comune con i "Ratrak" di una volta. Sono veicoli high-tech la cui cabina di pilotaggio assomiglia a quella di un aeroplano. Pertanto, i conducenti dei gatti delle nevi dispongono di numerosi ausili elettronici e in parte supportati da GPS che li accompagnano per tutta la notte. Possono leggere informazioni importanti sugli schermi e anche osservare la loro posizione e quella dei loro colleghi. Inoltre, gli eroi della notte hanno sempre sotto gli occhi le impostazioni e i parametri del loro veicolo.

Nella cabina del gatto delle nevi, al conducente vengono mostrate su uno schermo le impostazioni per la fresa, l'argano sopraelevato o l'illuminazione. Allo stesso tempo, controllano anche vari parametri, come il numero dei giri del motore diesel, la temperatura del motore, la pressione dell'olio e molto altro.

I gatti delle nevi di circa 13 tonnellate sul ghiacciaio dello Stubai vengono guidati con un volante o due levette. Reagiscono in modo molto sensibile anche al più piccolo movimento. I piloti devono trattare con grande cura anche la grande pala del veicolo. Controllano tutti i movimenti della pala tramite un joystick. Questi vengono eseguiti in rapporto proporzionale per garantire un rapporto preciso.

A bordo di tutti i gatti delle nevi del ghiacciaio dello Stubai è presente un sistema di gestione della flotta. Alcuni hanno addirittura un sistema di gestione della neve che misura l'altezza della neve sotto il gatto delle nevi.

Cos'è il sistema di gestione della flotta?

Un sistema di gestione della flotta è un sistema per il monitoraggio di tutti i tipi di veicoli (ad es. gatto delle nevi, camion, Skidoo) in un comprensorio sciistico. Vengono determinati i dati del veicolo come il consumo di carburante, il tempo di guida e la posizione. I dati vengono quindi visualizzati in una panoramica e possono essere richiamati tramite il PC.

Il sistema di gestione della neve SNOWsat consente di rimanere in carreggiata anche in condizioni di scarsa visibilità e determina esattamente dove si trova il battipista e dove si trovano gli altri colleghi durante la preparazione delle piste. Ciò evita i pericoli quando si abbandona la pista in caso di scarsa visibilità nonchè le collisioni con altri gatti delle nevi. Allo stesso tempo, il sistema misura l'altezza della neve e può anche visualizzare le tracce già percorse, i bordi delle piste, ostacoli come edifici, tralicci degli skilift o cannoni da neve.

Il bollettino sulla preparazione nasce così

Ed è così che nasce il bollettino sulla preparazione sul ghiacciaio dello Stubai. Il sistema SNOWsat registra i dati GPS di tutte le corsie percorse. I giri di tutti i battipista vengono riepilogati su una mappa e mostrati sul sito web.

Quali veicoli si utilizzano sul ghiacciaio dello Stubai?

Sul ghiacciaio dello Stubai vengono utilizzati 15 gatti delle nevi della ditta Pistenbully e un veicolo della ditta Prinoth per la preparazione delle piste. Cinque veicoli sono dotati del sistema di misurazione dell'altezza della neve.

Consumo: fino a 40 l/ora, macchine singole fino a 28 l/ora

Prestazioni dei più potenti: 520 CV

Velocità massima: 23 km/h

Peso: fino a 13 tonnellate

Costo: fino a € 600.000