Attenzione

Sciando sui Powder Department Runs abbandoni le piste sicure! I percorsi NON sono preparati, NON sono assicurati contro le valanghe (ed altri pericoli alpini) e NON vengono controllati. I Powder Departemnt runs (come sempre i terreni fuori pista) non vengono chiusi né dichiarati “aperti”.

Tu agisci sotto la tua esclusiva responsabilità e ti muovi al di fuori dell'ambito di responsabilità dell'azienda degli impianti di risalita, che ti offre per le tue discese solo le piste e i tour sugli sci aperti e preparati e declina ogni altra responsabilità.

 

I freeride runs devono essere percorsi esclusivamente con le guide da sci diplomate.

A freeride skier enjoying the panoramic view on a freeride run in the Stubai Valley

Gestione del rischio

FREERIDE - RISCHIO BIANCO La riduzione del rischio valanghe non comincia lasciando lo spazio dello sci sicuro, ma già la mattina a casa! Leggendo attentamente il rapporto attuale della situazione neve si possono già ricavare le prime conclusioni: in linea di massima, oggi quale comportamento sarebbe responsabile e quale non è possibile? L'app di soccorso „Notfall App Bergrettung Tirol“ dell'ufficio centrale Tirol è stata sviluppata appositamente per i soccorsi nel territorio alpino. Fa sì che in una situazione di pericolo grave, cliccando un tasto, avvenga la trasmissione della propria posizione (con le cordinate GPS) all'ufficio centrale Tirol e nello stesso momento venga attivata una linea telefonica con esso. Di seguito,tramite l'ufficio centrale Tirol, vengono allertate e disposte le forze di soccorso necessarie. DOWNLOAD NOTFALL-APP IM APP-STORE (iPhone) DOWNLOAD NOTFALL-APP VIA GOOGLE-PLAY (Android)

Freerider zieht in einem breiten Gelände die erste Line am Stubaier Gletscher

Area esercitazioni valanghe

L'apparecchiatura per la ricerca delle persone sepolte sotto le valanghe va utilizzata con regolarità, facendo pratica per sapere esattamente cosa si deve fare in caso di necessità. La stazione ORTOVOX è un impianto compatto per la simulazione della ricerca di persone sepolte con l'apparecchio ARVA e la sonda. L'utilizzo dell'impianto è consentito ogni giorno, ed è gratuito se si dispone di attrezzatura propria. Esercitazioni ARVA: l'utilizzo degli apparecchi ARVA, pala e sonda in coorperazione con ORTOVOX si può praticare alla stazione a monte Gamsgarten. Su richiesta volentieri con le guide alpine sopra menzionati.

Zwei Freerider stehen vor der Powder Department Tafel und planen ihre Runs

FREERIDE CHECKPOINT

Per rendere più calcolabile il rischio durante un tour nel terreno fuori pista, il tema della sicurezza assume un'importanza significativa. Il primo punto di riferimento per le informazioni è il Checkpoint Freeride presso le stazioni a monte Eisgrat e Gamsgarten. Descrizione del percorso, rapporti meteo, neve e rischio valanghe, esposizione del pendio, check apparecchio ARVA ecc. si trovano su un grande tabellone panoramico. Durante ogni tour fuori pista si deve portare con sé l'attrezzatura di sicurezza completa (apparecchio ARVA, sonda, pala e mobile). Quello che manca (anche casco e zaino) si può noleggiare nell'Intersport Shop Eisgrat direttamente nella stazione a monte. A tutti coloro che non sono consapevoli dei rischi che si corrono in montagna, consigliamo di affrontare le discese fuori pista nel terreno libero esclusivamente in compagnia di una guide freeride qualificata.

Contatti guide alpine e guide sci

Attenzione

L'affascinante bellezza dell'alta montagna porta con sé anche dei pericoli: crepacci, valanghe, tempeste di neve, improvvise incursioni di nebbia, ma anche forte luce solare. Al di fuori delle piste designate e aperte, solo voi siete responsabili della vostra sicurezza! State entrando in un terreno di alta montagna, glaciale e a rischio di valanghe. È assolutamente necessario un equipaggiamento adeguato e la conoscenza dei pericoli alpini! Informatevi sulla situazione attuale delle valanghe prima di sciare in terreno aperto.
 

Le regole più importanti

  • Neve fresca o pioggia provocano sempre un aumento del pericolo valanghe
  • Il primo giorno di bel tempo dopo nevicate è considerato particolarmente pericoloso!
  • Accumuli di neve fresca tendono a staccarsi facilmente
  • Riscaldamento veloce e/o sole forte aumentano il rischio di valanghe
  • La scarsa visibilità (nebbia) non aggrava solamente l'orientamento ma anche la valutazione della situazione valanghe.

Prima di una gita freeride sono da considerare assolutamente le seguenti cose:

  • Informazione sul pericolo valanghe (vedi rapporto valanghe su www.lawine.at/tirol)
  • Controllo dei fattori di rischio e se possibile eliminazione
  • Controllo dell'attrezzatura di soccorso (apparecchio ARVA, pala, sonda, cellulare...)
  • Conoscenze di base sui pericoli alpini e comportamento in caso di soccorso.

Se non hai abbastanza conoscenze sui pericoli alpini e sulle valanghe, è indispensabile fare un training con un professionista (per esempio guide alpine qualificate) prima di andare da soli nel terreno fuori pista.

Ein Snowboarder sprayt den Tiefschnee bei einer Kurve in die Luft

Fattori per la formazione di valanghe

Il pericolo valanghe viene condizionato dall'interazione di condizioni, terreno e uomo.

++ CONDIZIONI Il pericolo aumenta con l'intensità delle nevicate e del vento forte. A causa di questa combinazione si formano pericolosi accumuli di neve soffiata, che si riconoscono per le creste soffiate, cornici di neve e ammassi di neve formati dal vento. Anche un veloce e notevole riscaldamento, che in primavera si può verificare spesso durante la giornata, aumenta il pericolo valanghe. Evidenti segnali d'allarme, che indicano un rischio elevato, sono valanghe fresche, rumori cupi tipo “wumm” e crepe nel manto di neve.  
 

++ TERRENO  Le valanghe si possono muovere a partire da una pendenza del 30% circa. Regola fondamentale: più ripido il pendio, maggiore il pericolo. I tipici pendii da valanghe sono all'ombra (quindi esposti verso nord), vicini alla cresta e pieni di neve soffiata.  
++ UOMO
La maggior parte delle valanghe a banchi (=la valanga tipica degli sportivi) viene provocata dallo sciatore stesso. Quindi dipende in prima linea dal proprio comportamento se il rischio di valanghe viene aumentato o ridotto!

Zwei Freerider stehen mit ihren Ski in der Hand auf einer Anhöhe und genießen die Aussicht

Info valanghe

Know how sulle valanghe La probabilità di distacco di valanghe dipende dalla pendenza del versante e dal grado di pericolo. Più basso il grado di pericolo, più ripidi possono essere i versanti sui quali sciare con lo stesso rischio. E viceversa: più alto il grado di pericolo, meno ripidi doverebbero essere i versanti scelti. La valutazione del rischio richiede esperienza e formazione! Il giusto know-how viene trasmesso in modo professionale durante i SAAC camp e dalle guide alpine diplomate. Durante l'inverno il servizio segnalazione di pericolo di valanghe tirolese (Lawinenwarndienst Tirol) stima tutti i giorni alle ore 07:30 il rischio valanghe secondo la scala a cinque gradi applicata in tutta l'Europa. Per il ghiacciaio dello Stubai è da prendere in considerazione soprattutto la regione LWD Alpi della valle Ötztal sud e Alpi dello Stubai. Importante per il rapporto sulla situazione di valanghe è non guardare solo vagamente la scala di segnalazione, ma leggere attentamente la descrizione dettagliata.

Il rapporto attuale sulla situazione valanghe

Informazioni attuali dalla stazione di rilevamento Eissee, selezione regione Alpi della valle Ötztal sud e Alpi dello Stubai: servizio segnalazione di pericolo valanghe tirolese

 

Rischio valanghe

Valutare il rischio valanghe con la scala attuale di pericolo e la pendenza del versante

 

Le diverse pendenze dei versanti sopra i 30° sono colorate sulla nostra mappa del Powder Department o possono essere misurate nel terreno. Determinante per la valutazione riportata è il punto più ripido del rispettivo versante (ca. 20 x 20 m). Mettendo insieme questi fattori, si può valutare il rischio secondo questa grafica:

Scala europea del pericolo di valanghe

Spiegazione della scala europea del pericolo di valanghe

Scala del pericolo 1 - debole
Scala del pericolo 1 - debole
Stabilità del manto nevoso: Il manto nevoso è in generale ben consolidato e stabile. Probabilità di distacco di valanghe: Il distacco è generalmente possibile solo con forte sovraccarico su pochissimi punti sul terreno ripido estremo. Sono possibili solo piccole valanghe spontanee e scaricamenti. Indicazioni per le vie di comunicazione e i centri abitati / raccomandazioni: Nessuna minaccia. Indicazioni per persone fuori pista / Condizioni generalmente sicure per le gite sciistiche: Condizioni in generale sicure.
Scala del pericolo 2 - moderato
Scala del pericolo 2 - moderato
Stabilità del manto nevoso: Il manto nevoso è moderatamente consolidato su alcuni pendii ripidi 1, per il resto è ben consolidato.. Probabilità di distacco di valanghe: Il distacco è possibile soprattutto con un forte sovraccarico soprattutto sui pendii ripidi indicati. Non sono da aspettarsi grandi valanghe spontanee. Indicazioni per le vie di comunicazione e i centri abitati / raccomandazioni: Minaccia da parte di valanghe spontanee poco probabile. Indicazioni per gli sciatori fuori pista/raccomandazioni: Condizioni in buona parte favorevoli. Prudente scelta dell'itinerario, soprattutto sui pendii ripidi di quota e delle esposizioni indicate.
Scala del pericolo 3 - marcato
Scala del pericolo 3 - marcato
Stabilità del manto nevoso: Il manto nevoso presenta un consolidamento su molti pendii ripidi 1 da moderato a debole. Probabilità di distacco di valanghe: Il distacco è possibile con un debole sovraccarico 2 soprattutto sui pendii ripidi indicati. In alcune situazioni sono possibili alcuni valanghe spontanee di media grandezza e in singoli casi anche grandi valanghe. Indicazioni per le vie di comunicazione e i centri abitati / raccomandazioni: Singole zone esposte sono minacciate. In queste zone sono raccomandati a seconda delle circostanze provvedimenti di sicurezza. Indicazioni per gli sciatori fuori pista/raccomandazioni: Condizioni in parte sfavorevoli. È necessaria esperienza nel giudicare la situazione sul fronte valanghe. Pendii ripidi di quota ed esposizioni indicate sono da evitare il più possibile.
Scala del pericolo 4 - forte
Scala del pericolo 4 - forte
Stabilità del manto nevoso: Il manto nevoso è debolmente consolidato sulla maggior parte dei pendii ripidi (1). Probabilità di distacco di valanghe: Il distacco è probabile già con debole sovraccarico 2 su molti pendii ripidi. In alcune situazioni sono da aspettarsi molte valanghe spontanee di media grandezza, e talvolta anche grandi valanghe. Indicazioni per le vie di comunicazione e i centri abitati / raccomandazioni: Buona parte delle zone esposte sono minacciate. In queste zone sono raccomandati dei provvedimenti di sicurezza. Indicazioni per gli sciatori fuori pista/raccomandazioni: Condizioni sfavorevoli. È necessaria molta esperienza nel giudicare la situazione sul fronte valanghe. Limitarsi a zone moderatamente ripide / attenzione anche alle zone di deposito delle valanga.
Scala del pericolo 5 - molto forte
Scala del pericolo 5 - molto forte
Stabilità del manto nevoso: Il manto nevoso è in generale debolmente consolidato e per lo più instabile. Probabilità di distacco di valanghe: Sono da aspettarsi molte grandi valanghe spontanee, anche su terreno moderatamente ripido. Indicazioni per le vie di comunicazione e i centri abitati / raccomandazioni: Minaccia acuta. Estesi provvedimenti di sicurezza. Indicazioni per gli sciatori fuori pista/raccomandazioni: Condizioni molto sfavorevoli. Rinuncia raccomandata.

++ (1) Nel bollettino valanghe vengono generalmente descritti in modo più dettagliato (quote, esposizione, forma del terreno)
++ (2) Sovraccarico:    
        - forte (ad es. gruppo compatto di sciatori, mezzo battipista, uso di esplosivo)    
         - debole (ad. es. singolo sciatore, escursionista senza sci)
++ spontaneo: senza l'intervento dell'uomo
++ Esposizione: punto cardinale, verso il quale è rivolto un pendio
++ esposto: in questo caso significa: particolarmente esposto al pericolo
++ Terreno moderatamente ripido: pendii con inclinazione inferiore ai 30 gradi circa
++ Pendii ripidi: pendii con inclinazione superiore ai 30 gradi circa
++ Pendii ripidi estremi: pendii con caratteristiche sfavorevoli per quel che concerne l'inclinazione (in gran parte con inclinazione superiore a ca. 40 gradi), la forma del terreno, la vicinanza alle creste e la rugosità del suolo.


SCARICA IL PDF DELLA SCALA EUROPEA DEL PERICOLO DI VALANGHE